Agonismo

BELLA PERFORMANCE DI LIVIU MOLDOVAN E DEL TUBERTINI F. C. AL REGIONALE FEEDER EMILIA ROMAGNA

il


 

Edizione completamente rinnovata nella formula quella del Trofeo Regionale Emilia Romagna di feeder che si é volta nel week end del 20 e 21 ottobre nel Campo Vecchio di Ostellato.

Grazie al lavoro invernale di un gruppo di appassionati supportati dalla FIPSAS regionale e dalla sensibilità del Responsabile regionale del Settore Acque di Superficie Rivi, si é arrivati a ridisegnare completamente la formula di questa competizione, trasformandola da una semplice gara individuale ad iscrizione libera in un format sia individuale che individuale ed a squadre articolata su due giornate di gara, con classifica sia individuale che per Società.

Sicuramente un salto in avanti sull’importanza di questa competizione e gli agonisti che vi hanno partecipato hanno dimostrato di apprezzarlo; peccato per alcune concomitanze con altri eventi, altrimenti la partecipazione sarebbe stata sicuramente maggiore Ma non importa, la strada é aperta ed in futuro si potrà ancora migliorare.

Venendo alle due gare, queste sono state caratterizzate da un campo di gara con non poche difficoltà e pesce piuttosto latitante; il livello idrico del canale é sensibilmente più basso del normale e la qualità dell’acqua non é certo delle migliori; se a questo aggiungiamo la presenza assolutamente insolita di isole di vegetazione galleggiante trasportata da una corrente discreta, si disegna un quadro di non poca difficoltà con cui si sono dovuti confrontare l’ottantina di agonisti iscritti, che hanno dovuto fare i conti anche con la generale inappetenza delle breme ferraresi in questi due giorni.

Tra gli agonisti taggati Tubertini bella performance di Liviu Moldovan e del suo Tubertini Fishing Club, che termina il week end al terzo posto assoluto come squadra; per Liviu, invece, la soddisfazione della miglior performance di giornata nella prova di domenica con uno score personale di quasi 7.000 punti e il rimpianto per i tre grossi pesci persi nella prova di sabato: con uno solo di questi avrebbe vinto agevolmente il settore ed ora, con due penalità complessive ed una somma peso  altissima, potrebbe essere su quel gradino più alto del podio che invece ha solo potuto sfiorare, classificandosi sesto assoluto.

 

Sentiamo dalle sue parole il breve resoconto delle due gare:

“Come squadra avevamo deciso di puntare tutto sulla pesca a breve distanza, alla ricerca delle bremette, perché dalle prove altre linee di pesca ci sembravano ancor meno proficue. Sabato , con questa strategia, ho condotto il settore praticamente tutta la gara, pur nella pochissima pesca che c’era. Ho avuto dei momenti con alcune abboccate alternati ad altri momenti di assoluto vuoto ma ero fiducioso sulla presenza a tratti delle plaquette e sono rimasto concentrato sulla vetta da 1/2 oncia della mia R18 feeder da 12′ per tutte le cinque ore. Purtroppo, pescando fine e con ami piccoli, ho perso tre grossi pesci, forse carassi, che sarebbero stati determinanti. Ho fatto il secondo del settore, battuto solo nell’ultima mezz’ora da un concorrente che ha fatto una grossa carpa e termina con 2.100 punti, mentre io mi sono fermato a poco meno di 2 chili. Mi bastava uno solo di quei pesci per vincere anche ieri…

Oggi, invece, sempre a 18 metri, é iniziata subito piuttosto bene con alcune plaquette ed una bella breme, seguita poco dopo da un luccioperca di taglia; la mia gara è proseguita con regolarità di catture, anche di buona taglia e vinco il settore con quasi 7 chili. Come peso complessivo ho realizzato il massimo nei due giorni, peccato per ieri…”

 

Hai optato per la pastura scarica o hai usato molte esche?

“Avendo deciso con la squadra una tattica non d’attacco ma di ricerca della regolarità, abbiamo optato per la pastura, la Turbo nera di Van den Eynde abbinata con la Expanda Gold, farcita con pochissime esche. Anche come inneschi siamo stati sul piccolo, variando nel colore. In due giorni avrò usato non più di 200 grammi di esche. A parte il mio risultato, sono contento anche per la squadra, perché oggi abbiamo migliorato rispetto ad ieri e terminiamo sul terzo gradino del podio. Una annata sicuramente positiva per noi del Tubertini Fishing Club: dopo la vittoria del Trofeo d’Eccellenza Nord e del Provinciale di Bologna é arrivato questo bronzo regionale.”

 

Angelo Borgatti

Raccomandato per te:

↓